PREMIO IN/ARCHITETTURA 2023  PER IL PIEMONTE NELLA CATEGORIA premio per la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente

Progetto Follow the Architect | Committenti Francesca Rissone e Stefano Gai | Impresa GruppoEffe snc

MOTIVAZIONE DELLA GIURIA

Coraggiosa e misurata addizione operata sulla minuta architettura del periodo eclettico che, caratterizza il quartiere. Il progetto reinterpreta nelle proporzioni lo spirito che caratterizza gli spazi tipici dell’epoca. Il tema è sviluppato con onesta eteronomia espressiva libera da facili stilemi.

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

La casa, porzione di un fabbricato fatto costruire per due fratelli nel 1913, arriva in condizioni originali ai nuovi proprietari. Orientata sull’asse nord-sud, era circondata dal verde su tre lati e concentrava i locali principali sul lato strada, lasciando come secondaria la facciata sul retro, occupata in gran parte dal vano scale e dai locali di servizio. Il progetto muove dall’esigenza di ribaltare questa situazione, creando una relazione diretta tra interno e spazio verde sul retro e dalla necessità di ampliare e ridistribuire gli spazi per renderli adeguati a una coppia con tre figli.

La risposta consiste nella creazione di una nuova scala che, come una scultura, si snoda tra i quattro piani e porta la luce al cuore dell’edificio, massimizzando la relazione e la continuità tra i diversi piani della casa. Il piano della facciata nord si sposta verso il giardino ampliando gli spazi del piano terra, con una superficie caratterizzata da ampie vetrate e una schermatura mobile in legno di cedro che garantisce privacy e permeabilità visiva. Ai piani superiori, l’aggiunta di un nuovo volume si pone in continuità con l’abbaino esistente, integrando in un profilo continuo il terrazzo al piano mansardato. Sotto il profilo costruttivo, due facciate in muratura portante e i sistemi voltati che si susseguono ad ogni piano vengono mantenuti e si integrano nel nuovo schema strutturale basato su setti continui in cemento armato in una nuova configurazione spaziale che accentua la relazione non mediata sia sul piano orizzontale che tra i diversi livelli della casa, coniugando le esigenze del progetto con gli accorgimenti necessari a garantire un ottimale comportamento sismico dell’edifico. All’esterno, una piattaforma collega la zona giorno al giardino sul lato nord, trattato a prato e usato come soggiorno all’aperto. Sul lato sud, una nuova rampa in pietra di Luserna accompagna l’ingresso, costeggiata da essenze che creano un filtro verde tra casa e strada.